Gestione Premium: video 3(b)!

 Video riservato alla Gold Membership. Il link per il download è in fondo al post!

Ecco i 4 Sistemi di Business nel Fitness…

Hai un fitness club nato negli anni 80 o 90 e vuoi capire come continuare a fare business anche nei prossimi anni?

Credi sia arrivato il momento di aggiornare il servizio offerto dal tuo club per restare sul mercato?

Stai iniziando a pensare che il settore del fitness e wellness offra possibilità d’investimento e vuoi capire come sfruttarle?

Hai appena visto nel video in alto i 4 Sistemi di Business specifici per il settore del fitness (sia per chi ha un club, che per chi non lo ha e vorrebbe investire).

 

Intanto voglio dirti subito che non esiste la risposta giusta alla domanda:

qual è il miglior investimento da fare oggi nel fitness?

Oppure, come mi dicono i titolari, ma conviene avere ancora aperto il club visto il trend di mercato?

O ancora, ho saputo che c’è un club in vendita, ma ne vale la pena?

Intanto se ne valesse la pena, probabilmente non sarebbe  in vendita!
Chi è quel “pollo” che vende un’attività che produce utili e entrate automatiche… probabilmente cerca un “pollo” a cui mollare il bidone!

Quindi occhio all’acquisto e alle vendite dei club in questo periodo: ci sono ottimi affari sia per chi vende, che per chi acquista, basta sapere le (nuove) “REGOLE DEL MERCATO”.

 

Oggi è il momento delle scelte e delle scelte ragionate, oculate, valutando, oltre tutti i parametri possibili e immaginabili dell’investimento, soprattutto il fattore che fa e farà la differenza nel successo di un investimento:

tu, le tue emozioni e la GESTIONE DELLE TUE EMOZIONI!

 

Sai, è troppo facile se ti dicessi che siccome il club è dimensionato correttamente per quelle che sono le esigenze di mercato di oggi, si trova nel comune giusto come bacino d’utenza, ha costi bassi di gestione, non ha concorrenza,… allora è da prendere (in gestione o rilevare) o da continuare a investirci su (se è già tuo).

Perché questi parametri non sono più ASSOLUTAMENTE sufficienti!!

 

L’analisi “tecnica” del club non è più sinonimo di convenienza o di successo nella gestione e questo perché oggi la parte emotiva influisce “drammaticamente” sia nella gestione di una qualsiasi azienda, che nelle scelte di acquisto del cliente.

Anni fa, quando ho iniziato la mia lunga formazione (e continuo ancora!), i trainer e i formatori (molto spesso americani 🙁 ) dicevano:

si compra con il cuore e si giustifica l’acquisto con la mente!

Cioè si acquista d’impulso, emotivamente, di pancia e poi si giustifica l’acquisto con la ragione, rendendolo funzionale, utile e necessario alla propria vita (il ragionamento che giustifica l’acquisto è molto spesso così contorto proprio per renderlo utile).

Bene, oggi è assolutamente così e prima te ne fai una ragione e meglio è, sia per te come titolare, gestore, istruttore/titolare/imprenditore, che per il tuo club e staff (che hanno bisogno di una guida sicura), altrimenti i comportamenti e le scelte dettate dall’emozione del cliente, ti spazzeranno via, perché il mercato non ti aspetta.

Cosa significa il mercato non ti aspetta?

Molto semplice: più tempo ci metterai a capire questa “regola dell’acquisto” e più tempo resterai ad analizzare i perché e i per come della gestione del tuo club con i soli “dati tecnici”, trascurando la parte emotiva (tua, del tuo staff, del cliente), con il risultato di allontanarti dalla direzione del mercato e quindi dalle scelte e bisogni del cliente.

Quindi cosa fare?

Devi essere disposto a cambiare, a metterti in discussione, ad accettare che questa “crisi economica” ha, sta e continuerà ad influire sulle scelte di acquisto dei clienti e che il futuro della gestione del tuo club dipende anche e soprattutto da te, dalle scelte che stai facendo (o peggio non facendo!) oggi.

Se il cliente acquista di pancia e giustifica con la mente, tu devi…

vendere con la pancia e soddisfare con la mente le scelte e i bisogni del cliente!

 

Cosa significa per te vendere di pancia?

Esattamente quello che ti ho appena detto: METTERTI IN DISCUSSIONE EMOTIVAMENTE!!

 

Smettila di pensare alla tua offerta come un servizio perfetto che fa questo e quello (programmi, schede, corsi, istruttori qualificati,…) perché al cliente non interessa, al cliente interessa la parte emotiva durante l’acquisto, cioè soddisfare delle sensazioni che lo opprimono, lo travolgono, lo sconvolgono (crisi, prezzo, spese, tasse, bollette, incertezza sul futuro, voglia di allenarsi, salute, benessere,…).

Per fare questo devi iniziare a vivere tu le sue sensazioni, cioè sentirti oppresso, stravolto, sconvolto dalle scelte gestionali che il mercato di oggi ti impone di fare, proprio per poter soddisfare le esigenze del cliente.

Quali sono per te queste “decisioni emotive”?

Per esempio decidere che oggi è meglio avere poco staff e pagato a fisso, che tanto staff pagato a ore, che il cliente se vuole il servizio deve comprarlo e non puoi più proporre l’All-Inclusive (abbonamento open tutto incluso 🙁 ), che ti serve un metodo di gestione snello (Low-Budget o Low-Cost) per vendere a parte servizi di alto valore, che è necessario avere una strategia di marketing che valorizzi il brand del tuo club nel tuo bacino d’utenza,…

Ma tutto questo è EMOZIONE!!
Non dati tecnici, non analisi, ma EMOZIONE E DECISIONE!!
LA TUA!!!

Nel video in alto in questo post ti mostro in meno di 2’ i 4 sistemi di business per il settore del fitness e anche se li approfondisco nel dettaglio in Premium Management, ti posso dire che se non hai la voglia, il coraggio e le “palle” di metterti in discussione, LASCIA STARE, continua a fare il tuo lavoro così come lo stai facendo adesso e… buona fortuna!

Io non ho la risposta giusta (non sono il genio della lampada 😉 !) e quindi potrebbe essere anche come pensi tu, cioè che alla fine tutto tornerà come prima e quindi è meglio stare fermi e… aspettare.

A presto!

Per vedere tutta la 3a parte del video corso sul Premium Management hai bisogno della Gold Membership attiva: Premium Management, 3a parte!

Ps: ah prima di chiudere questo post e mentre aspetti che tutto torni come prima (tanto di tempo ne avrai tantissimo nell’attesa 😉 ), vai a cercarti su Google la storia di una grandissima azienda come la Kodak (la conosci vero?) e vedi cosa le è successo ad aspettare che tutto tornasse come prima…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *